Truck  |  Eventi e fiere 

A quota 10

Antonio Albacete su MAN conquista a Jarama il 3° titolo di Campione Europeo di Truck Race e il 10° come pilota MAN

Conquistare il titolo in anticipo, nella corsa di Le Mans, oppure concludere la stagione in maniera esemplare davanti ai suoi fan spagnoli? Fino al termine della stagione nel team Cepsa di Antonio Albacete non si era certi a quale delle due possibilità dare la preferenza. Alla fine ha avuto la meglio la più emozionante delle alternative. A Le Mans il quinto posto nella gara finale non è stato sufficiente a garantire la conquista anticipata del titolo nel FIA European Truck Racing Championship 2010. Però, dopo la gara di apertura del campionato, sul più antico circuito della Spagna, a Jarama, non lontano dalla capitale Madrid, Albacete è riuscito a realizzare il suo grande sogno: il pilota ha infatti conquistato il suo terzo titolo, dopo quelli del 2005 e del 2006, innanzi ai suoi tifosi entusiasti. Per MAN questo successo è stato un piccolo anniversario: si è trattato del decimo titolo nel campionato europeo conquistato da piloti MAN. Oltre ad Albacete hanno ottenuto il titolo europeo su MAN Fritz Kreutzpointner (1999 e 2001), Noel Crozier (2000), Lutz Bernau (2001 e 2003), Egon Allgäuer (2002) e Stuart Oliver (2004).

Mentre il nuovo campione europeo esultava già dopo la prima gara, il collega di scuderia, il tedesco Jochen Hahn, durante la prima prova cronometrata ha subito una brutta batosta: a causa di un problema al GPS, il limitatore di velocità non funzionava, il risultato della corsa del "MAN in black" quindi è stato annullato e ciò ha poi inciso sul risultato della lotta per il secondo posto nella classifica generale. La corsa è stata vinta da Markus Bösiger, il più ostico concorrente di Hahn. Hahn non è riuscito, neppure con una vittoria nella seconda corsa (per la quale vengono attribuiti solo 10 punti), a recuperare lo svantaggio in termini di punti.

La vittoria di Albacete nel campionato europeo è stata più netta di quanto ci si attendesse. Il successo è stato determinato, oltre che dalla routine del tre volte campione europeo, soprattutto dall'affidabilità del veicolo MAN: ll MAN TGS 18.420 costruito e preparato in maniera perfetta, come negli anni precedenti, da Lutz Bernau e dalla sua squadra, ha sempre tagliato il traguardo in tutte le gare del campionato della stagione 2010. Ma non è tutto: il pilota spagnolo è stato l'unico dei Top-Five a conquistare punti in tutte le gare. Fin dal debutto, nella seconda gara ad Albacete, il superfavorito è balzato in testa alla classifica generale. Prima della finale di Jarama era riuscito a conquistare un vantaggio, solo teoricamente recuperabile, di ben 57 punti. Il fresco campione europeo ha potuto vantare un altro record stagionale: durante il fine settimana di gare ad Albacete, in quattro gare ha conseguito quattro podi: tre vittorie e un secondo posto - una prestazione che, quest'anno, non è stata neppure lontanamente eguagliata da nessun altro concorrente.

Versò metà stagione due concorrenti hanno tentato di avvicinarsi alla conquista del secondo posto. Jochen Hahn su MAN, invece, voleva migliorare il risultato dello scorso anno. Il suo concorrente Markus Bösiger ha voluto mettere alla prova il potenziale dei camion da corsa Renault, portati in gara dal team MKR di recente formazione. Un team che, nella sua costellazione, rappresenta un notevole arricchimento per le corse di camion. Con Renault un altro marchio di autocarri è uscito allo scoperto e si è impegnato come MAN nella Race Class pre-serie.

Con Chris Levett, Adam Lacko e Alexander Lvov, i due piloti del Team Allgäuer, nella classifica conclusiva della stagione 2010 sono tre gli altri piloti MAN presenti nella Top Ten. Levett, che come Albacete gareggia con un MAN costruito da Lutz Bernau, ha dato prova delle sue capacità con numerose vittorie.

Accanto ai Top-Team anche numerosi altri piloti si sono cimentati, con camion da corsa MAN, nella gara per la conquista del titolo europeo delle corse di camion. Javier Mariezcurrena, Jeremy Robineau, Jean-Pierre Blaise e Jose Bermejo hanno partecipato a tutte le corse o alla maggior parte di esse nella stagione appena conclusasi. Della famosa coppia portoghese, composta dai Rodrigues, padre e figlio, soprattutto José Junior si è conquistato il rispetto degli avversari: nonostante l'inferiorità "tecnica", il Truck Racer iberico si è battuto con un impegno notevole e, alcune volte, è riuscito anche a conquistare punti. Nella seconda metà della stagione, inoltre, la flotta MAN, contraddistinta dalle scocche verniciate di nero, ha avuto anche rinforzi: il più volte campione finlandese Mika Makinen ha noleggiato il camion di Hahn dello scorso anno e, per la prima volta, si è buttato nella competizione internazionale. Ha destato un grande sbigottimento la morte, in seguito ad un incidente, del simpatico pilota ungherese Balazs Szobi che poco prima della gara di Nogaro ha perso la vita nella caduta di un piccolo aeroplano e per il resto della stagione è stato sostituito da Zoltan Birnbauer.

Il collaudato programma di gara anche quest’anno si è dimostrato essere di successo. Soprattutto nelle gare principali, il Truck Grand Prix sul circuito del Nürburgring e la 24 ore camion di Le Mans hanno registrato, rispetto agli anni precedenti, un crescente interesse tra il pubblico. Le tappe di Misano e Zolder sono state delle feste vere e proprie. Mentre gli organizzatori belgi questa volta hanno avuto sfortuna con le condizioni meteorologiche e il numero degli spettatori è rimasto al di sotto delle aspettative. I Truck Racer nella stagione 2010 hanno scritto la storia degli sport motoristici: con la Truck Battle in Russia sul nuovo circuito che sorge vicino alla città di Smolensk, per la prima volta è stata organizzata in Russia una gara FIA. Anche alla TV la cronaca del TruckRacing ha riscosso crescente interesse. La telecronaca è stata trasmessa in 125 paesi.

Per ulteriori informazioni:
http://www.man-mn.com/presse